Il meraviglioso mondo della Natura

Una favola tra arte, mito e scienza

La natura prende il sopravvento e duecento animali vincono le tenebre. Risorgono in tutta la loro bellezza nella Sala delle Cariatidi di Palazzo Reale a Milano. E lì resteranno fino al 13 luglio.

La realtà diventa un’illusione e viceversa in un gioco sopraffino di ombra e colore.

Orfeo_I
Anonimo olandese, Pandolfo Reschi (1640-
1696), Livio Mehus (1627-1691)
Ciclo di Orfeo (dettaglio)
1675-1680 circa
olio su tela
Milano, Pinacoteca del Castello Sforzesco (in
deposito a Palazzo Sormani, sala del
Grechetto e sala dei Putti)
© Comune di Milano-Tutti i diritti riservati

Le 23 tele del Ciclo di Orfeo finalmente tornano al loro assetto originario e mostrano al mondo il loro stupefacente splendore. Si rivelano a tratti seguendo la luce della giornata, un po’ per volta. Solo occhi puri potranno scorgere l’incanto di Orfeo che con la musica ferma il regno animale.

Alla musica dolce di Orfeo, cessava il fragore del rapido torrente, e l’acqua fugace, obliosa di proseguire il cammino, perdeva il suo impeto. Le selve inerti si movevano conducendo sugli alberi gli uccelli, se qualcuno di questi volava, commuovendosi nell’ascoltare il dolce canto, perdeva le forze e cadeva. Le Driadi, uscendo dalle loro querce, si affrettavano verso il cantore, e perfino le belve accorrevano dalle loro tane al melodioso canto. (Seneca)

La dolce melodia ammaliò perfino gli dei degli Inferi che concessero il ritorno di Euridice tra i vivi.

Si racconta che quando Orfeo morì ogni essere del creato pianse. Le ninfe indossarono una veste nera in segno di lutto e i fiumi si ingrossarono per il troppo pianto. Le Muse recuperarono le membra di Orfeo e le seppellirono ai piedi del monte Olimpo e ancor oggi, in quel luogo, il canto degli usignoli è soave.

Orfeo_H
Anonimo olandese, Pandolfo Reschi (1640-
1696), Livio Mehus (1627-1691)
Ciclo di Orfeo (dettaglio)
1675-1680 circa
olio su tela
Milano, Pinacoteca del Castello Sforzesco (in
deposito a Palazzo Sormani, sala del
Grechetto e sala dei Putti)
© Comune di Milano-Tutti i diritti riservati

L’importante ciclo pittorico seicentesco fu commissionato per Palazzo Visconti, poi Lunati e infine Verri, per poi traslocare nella Sala del Grechetto in Sormani. Giovanni Benedetto Castiglione, per errore, fu considerato l’autore. Fino a oggi.

Prede e predatori convivono in armonia con animali della mitologia. Meraviglia per il cuore e sogno a occhi aperti. Ricco esempio di equilibrio e biodiversità. Armonia oggi perduta. Stupore, quello dell’infanzia o ancora prima.

Il silenzio di un racconto “naturale”. Gioco continuo tra passato e presente. Miracolo quando gli animali si animano e scendono dalle tele.

Orfeo_E
Anonimo olandese, Pandolfo Reschi (1640-
1696), Livio Mehus (1627-1691)
Ciclo di Orfeo (dettaglio)
1675-1680 circa
olio su tela
Milano, Pinacoteca del Castello Sforzesco (in
deposito a Palazzo Sormani, sala del
Grechetto e sala dei Putti)
© Comune di Milano-Tutti i diritti riservati

Il progetto espositivo è promosso e prodotto dal Comune di Milano, Palazzo Reale24 Ore Cultura. A cura di Giovanni Agosti e Jacopo Stoppa con le scenografie di Margherita Palli. Fondamentale la collaborazione con alcune istituzioni pubbliche milanesi. Il Museo di Storia naturale, Il Civico Acquario, la Galleria d’Arte Moderna, le raccolte del Castello Sforzesco e la Biblioteca Sormani. Perfetto esempio di sinergia.

 

Autore: Il Cane con la Valigia

Amo la Natura e gli Animali. Tutto senza distinzioni. Dal germoglio di lenticchia agli occhi meravigliosi del mio cane, miracolo incontrastato di questa mia vita. "Less is more" è da sempre il mio motto. Amo viaggiare con la mente, il corpo e il cuore. Da dieci anni Zeus mi accompagna e veglia su di me, mio angelo custode.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...